Bacheca sociale
Verbale Assemblea Straordinaria

A tutti i Soci

 

VERBALE DELL'ASSEMBLEA SOCI DEL 24-02-2013

 

 

Il giorno 24 febbraio 2013 alle ore 10:00, presso la sala conferenze DI Poggio del Sole a Ragusa, si riunisce l'Assemblea Straordinaria della Compagnia del Porto Marsa 'A Rillah Y.C. Per deliberare sul seguente ordine del giorno:

 

1-      Adozione nuovo statuto e delibere consequenziali;

2-      Quota di adesione e quota annuale 2013

3-      Adozione nuovo regolamento 2013 e delibere consequenziali;

4-      Approvazione rendiconto 2012 e delibere consequenziali;

5-      Approvazione bilancio preventivo 2013 e delibere consequenziali;

6-       Varie ed eventuali;

Sono presenti il presidente del CD Mario Schininà, il vice presidente Antonio Iacono, il tesoriere Salvatore Causapruno e i consiglieri Daniele Scrofani e Filippo Spadola.

Il presidente nomina segretario verbalizzante Nadia Caldarella

Sono presenti i seguenti soci:

Sergi  Tumino, CArmelo Giglio, Luciano Firrito, Salvatore Iucolano, Giuseppe Buccheri, Rosario Arestia, Arturo Schininà, Salvatore Burrafato, Rosario Nobile.

Sono rappresentati per delega i soci: Maurizio Mannanici, Umberto Schininà, Rocco Occhipinti, Eduardo Galletti, Danilo Orlando e Enrico La Licata.

E' presente anche su invito del CD il rappresentante del gestore Gianluca Astorina.

Verificata la regolarità della costituzione dell'assemblea il presidente apre i lavori assembleari.

Sul primo punto dell'assemblea e cioè adozione nuovo statuto, il Presidente fa presente la necessità di adottare un nuovo statuto e legge la nuova bozza.

Sull'art. 5 il socio Giglio chiede che in merito all'ammissione di un nuovo socio oltre che a giudizio insindacabile sarebbe da aggiungere anche motivato magari rivolgendosi ai probiviri, interviene Spadola F.  facendo presente che comunque l'ingresso di un socio va messo a verbale ed in quel caso il CD va a motivare l'ingresso stesso, il presidente propone di aggiungere che il nuovo socio deve essere presentato da almeno due soci.

Firrito propone che in caso di mancata accettazione del socio da parte del CD i due soci che lo presentano possono fare ricorso ai probiviri e se i probiviri dicono cosa diversa rispetto al CD il tutto viene rimesso all'assemblea.

Giglio propone che i nominativi dei nuovi soci siano comunicati ai soci all'assemblea successiva, Firrito aggiunge che anziché alla prossima assemblea è il caso di comunicare tempestivamente ai soci con le modalità prescritte nel regolamento.

Sull'art.  5      Burrafato chiede perchè non è possibile trasferire la quota, il presidente risponde che per motivi fiscali le associazioni sportive non possono trasferire quote, per nessun motivo, pena l’esclusione dal regime fiscale agevolato.

Sull'art. 7 Firrito chiede di prorogare il termine dei due mesi in quanto questo potrebbe essere il sistema più semplice per estromettere un socio

Tumino non si trova d'accordo in quanto la scadenza va rispettata.

Il presidente propone di aggiungere una seconda raccomandata a distanza di 15gg in cui si proroga di altri 15gg il termine ultimo, l'assemblea approva.

In merito alle dimissioni dei soci, art.     Firrito propone di stabilire un termine entro cui presentare le eventuali dimissioni che potrebbe essere aprile, Schininà A. propone entro 15 gg dall'approvazione delle quote, l'assemblea approva

Sull'art. 10 Giglio chiede che il mezzo di comunicazione ideale è sempre la posta ordinaria e/o raccomandata in quanto la mail o l'affissione in bacheca non è visibile a tutti.

Giglio chiede che alla convocazione dell'assemblea si conosca l'elenco dei soci che hanno diritto al voto.

Sull'art. 11 Burrafato chiede di poter essere assistito da un esterno all'assemblea in quanto non competente in merito a bilanci e rendiconti, il CD risponde che è possibile invitare all'assemblea un esterno ma non è assolutamente possibile delegare al voto lo stesso.

Alle ore 11:54 il socio Nobile lascia l'assemblea.

Firrito sostiene che non è possibile approvare lo statuto in quanto non c'è il numero, il presidente specifica che come associazione sportiva in seconda convocazione non è richiesto alcun numero.

Sull'art. 14 si modifica il numero di componenti del CD da tre a sette

Sull'art. 22 si aggiunge “così come previsto dall'art. 10 può convocare l'assemblea in caso di inottemperanza del CD”, e viene il termine sottopone con comunica.

Sull'art. 23 i soci chiedono che il bilancio venga comunicato almeno 1 settimana prima dell'assemblea.

Finita la lettura dello Statuto e apportate le variazioni ai singoli artt. l'assemblea approva all'unanimità lo statuto.

Prende la parola il socio Tumino che  ringrazia il CD per il lavoro svolto in questi mesi e ci tiene ad esprimere i propri ringraziamenti, Causapruno sottolinea che il Presidente ha ottenuto molto cose come le concessioni e le autorizzazioni per cui il club oggi è sereno e con dei piani di rientro realizzabili.

Si passa al secondo punto dell'odg, quota di adesione e quota annuale 2013, si fa presente che ad oggi il numero dei soci si aggira tra 34/36 si pensa di poter arrivare a 40, la quota di adesione per il 2013 viene stabilita in €  750,00.

Il presidente sottolinea che non viene più differenziata la categoria dei soci come in passato, ossia non ci saranno più soci sostenitori, ordinari etc.. e  ci si chiede come aprire in futuro a nuovi soci.

h 12:30 il socio Arestia R. lascia l'assemblea e lascia delega al socio Tumino.

Sul terzo punto dell'odg, adozione nuovo regolamento, Il Presidente afferma che il regolamento integra lo statuto attuale non è molto diverso dal precedente, non può considerarsi definitivo in quanto è condizionato dalle regole con il gestore  per cui verrà rinviato ad una seconda assemblea, anche se comunque viene consegnata copia.

Per il quarto e quinto punto, approvazione rendiconto 2012 e bilancio preventivo, prende la parola Causapruno  commentando il bilancio  e sostenendo che , da non tecnici, sono stati trovati 200.000,00 di debiti ne sono stati sanati 105.000,00, ne restano 95.000,00, descrive le vari voci del bilancio e la previsione 2014

Presenta le strategie:

continuare a pagare i mutui

chiudere quanto prima Unicredit

continuare al momento ad utilizzare solo il CC Banca Prossima

BCC solo per il mutuo ed un CC d'appoggio per pagare il mutuo

Il presidente fa presente che la scopertura della BAPRG è scesa  a 4.000,00 euro

il presidente chiede che l'assemblea autorizzi il CD a chiudere il conto Unicredit in quanto vengono addebitati circa  € 2.000,00 l'anno di interessi passivi, per cui sarebbe il caso di destinare parte delle quote per estinguere la scopertura su Unicredit, l'assemblea approva.

Il presidente precisa che un obiettivo è quello di avere un solo CC su BAPR con una piccola scopertura.

Il presidente ricorda il CD di luglio relativo al decreto ingiuntivo di Affè e specifica che si è scelto di pagare, con rivalsa, al fine di evitare pignoramento di beni del club che avrebbero danneggiato il gestore.

Sulla causa con il Comune Scrofani e Causapruno fanno presente che c'è una trattativa in corso in quanto sulle modalità precedenti hanno riscontrato delle irregolarità, il rimborso atteso potrebbe variare  dai 6 ai 12 mila euro.

In merito alle concessioni demaniali, Scrofani parla di uno sblocco prossimo dell'ampliamento della concessione.

Causapruno ed il presidente ricordano che per la concessione è tutto in regola tranne la cucina che non è in planimetria, ma è stata già predisposta una sanatoria .

La strategia è quella di aspettare che assommi quello che daranno in ampliamento poi al netto si andranno a sanare le parti occupate abusivamente, pare non ci siano problemi.

Il presidente saluta Astorina e chiede se ci sono suggerimenti, affermando che il club si ritiene ampiamente soddisfatto del gestore e lamenta una scarsa partecipazione dei soci alla vita del club, si chiede di rivedere i listini o al limite rivedere la scontistica ai soci differenziando lo sconto tra pranzo e cena.

Interviene il socio Firrito che ringrazia vivamente il gestore per il lavoro svolto e chiede che si trovi una via di mezzo mostrando una grande disponibilità e apertura nei confronti del gestore visto gli enormi sforzi fatti dallo stesso nella passata stagione.

Chiede inoltre di essere messi in condizione dal punto di vista commerciale di poter fare il pranzo al club a delle condizioni più agevoli, naturalmente dopo aver reso merito al lavoro svolto.

Tumino sostiene la stessa cosa, ridimensionare i prezzi

Il presidente riferisce che il gestore chiede di poter utilizzare le sdraio anche ad agosto, ma ribadisce che il club preclude la possibilità di poter aprire ad altri il solarium, un compromesso potrebbe essere di regolamentare la presenza degli ospiti dei soci e fare accordi con hotel quindi ospitare persone non residenti al fine di mantenere il distacco, naturalmente il tutto viene rinviata ad un prossimo incontro con il gestore.

Non essendoci altri argomenti da esaminare, il presidente dichiara sciolta l'assemblea alle ore 13:12.

 

Il Presidente                                                                                  Il Segretario

                                               

 


Torna alle notizie